Online le regole per accedere allo sportello informatico del bando ISI INAIL Agricoltura 2019-2020, che finanzia con 65 milioni di euro investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli. Click day il 28 gennaio.

Cosa c'è nel Recovery Plan per l'agricoltura

Attraverso il bando ISI Agricoltura, l'INAIL finanzia l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

L’obiettivo è contribuire a migliorare il rendimento e la sostenibilità globali dell'azienda agricola, riducendo i costi di produzione, facilitando la riconversione della produzione e assicurando migliori condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Chi può richiedere i contributi INAIL

I finanziamenti sono destinati alle microimprese e alle piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, per progetti di acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia autonoma e per un solo Asse di finanziamento.

I 65 milioni di euro a disposizione del bando, infatti, sono suddivisi in budget regionali e ripartiti in due Assi:

  • 53 milioni di euro per l'Asse di finanziamento riservato alla generalità delle imprese agricole;
  • 12 milioni di euro per l'Asse di finanziamento riservato agli imprenditori giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.

Il finanziamento in conto capitale, di importo compreso tra un minimo di 1.000 euro e un massimo di 60mila euro, è pari al 40% della spesa ammissibile per la generalità delle imprese agricole e sale al 50% per i giovani agricoltori.

Come partecipare al bando ISI INAIL Agricoltura

Le domande devono essere presentate in modalità telematica e successivamente confermate attraverso l’apposita procedura online caricando la documentazione elencata negli avvisi regionali/provinciali.

La prima fase del bando si è aperta con la compilazione della domande, dal 15 luglio al 24 settembre 2020, e con il download dei codici identificativi, dal 25 settembre.

Ora l'INAIL ha annunciato l'avvio della seconda fase, con la pubblicazione delle regole tecniche per l'inoltro della domanda online e le date dell'apertura dello sportello informatico: dal 14 gennaio fino al 25 gennaio 2021, le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, salvato definitivamente la propria domanda e acquisito il codice identificativo, potranno accedere allo sportello informatico e iniziare la procedura di registrazione.

A quel punto, coloro che avranno portato a termine correttamente la fase di registrazione potranno effettuare l’inoltro della domanda, in occasione del click day del 28 gennaio 2021.

Gli elenchi cronologici provvisori delle istanze presentate verranno pubblicati entro 14 giorni dall'apertura dello sportello informatico. I soggetti ammessi potranno effettuare l'upload della documentazione entro il periodo di apertura della procedura comunicato con la pubblicazione degli elenchi provvisori, cui seguiranno quelli definitivi dei beneficiari dei contributi.