Non avrebbe precedenti l’incentivo predisposto dal Governo nel decreto rilancio per l’edilizia privata, che dovrebbe scattare da luglio: se confermato nella versione definitiva del testo, ecobonus e sismabonus salgono a 110% fino alla fine del 2021. 

Si rincorrono le voci intorno al superbonus del 110% sia per gli interventi di efficienza energetica (ecobonus) che di adeguamento sismico (sismabonus). 

Nella bozza del decreto rilancio, atteso in Consiglio dei ministri, figura l'art. 128 dedicato proprio agli incentivi fiscali per sismabonus, ecobonus e ristrutturazione Covid. Ma figura anche la dicitura "da definire". Cosa sappiamo del tanto atteso superbonus per l'edilizia privata.

Ecobonus e sismabonus al 110%

Il superbonus sarà utilizzabile non solo per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici ma anche "per il fotovoltaico, gli accumulatori, l'isolamento delle pareti, gli impianti di riscaldamento a pavimento, gli infissi e tutti gli altri interventi di riqualificazione energetica", ha spiegato nei giorni scorsi il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Riccardo Fraccaro.

L’ecobonus sale così dal 65 al 110%. Anche agli interventi di miglioramento ed adeguamento sismico degli edifici, il cosiddetto sismabonus, la detrazione salirà al 110% (finora oscillava tra il 50 e l’80%).

Ma l’innalzamento delle percentuali non è la sola novità introdotta con il cosiddetto superbonus. Di gran peso è la decisione di ampliare la platea di coloro che possono cedere il credito d'imposta maturato, possibilità oggi consentita solo agli incapienti, e che viene allargata a tutte le famiglie e i condomini. 

Quindi, i contribuenti privi della liquidità necessaria potranno optare per lo sconto immediato in fattura del costo dei lavori. Le imprese potranno poi recuperare la liquidità, dopo aver anticipato la cifra, grazie a un rimborso sotto forma di credito di imposta, che potrà anche essere ceduto alle banche per ottenere immediatamente la liquidità.

Superbonus anche per le facciate

Nel superbonus al 110% potrà rientrare anche chi interviene sulle facciate: “Stiamo pensando di portare nel superbonus anche questo incentivo già esistente ma solo se sarà parte di un progetto più complessivo che rende l’edificio più sostenibile, meno energivoro. Quindi non solo una mano di vernice ma magari anche il cappotto termico”, spiega Fraccaro.

“C’è anche l’ipotesi di una superdetrazione al 90% per chi sottoscrive una polizza anticalamità”, conclude.