La Fondazione Enasarco è sempre stata attenta agli anziani e in questo momento, malgrado abbia depennato diverse forme di assistenza per il 2020 al fine di far fronte all’emergenza sanitaria in corso, ha comunque mantenuto attivo il sostegno agli anziani.

Al fine di sostenere i pensionati Enasarco ed i loro familiari, la Fondazione ha stanziato complessivamente € 650.000,00 in forma di contributi per assistenza, ricoveri o spese mediche. Di seguito troverete i dettagli per le singole prestazioni.

2.600,00  EURO: CONTRIBUTI PER ASSISTENZA PERSONALE PERMANENTE

 La Fondazione eroga, ai titolari di pensione di inabilità permanente ai quali sia stata riconosciuta la necessità di assistenza personale permanente, causata da deficit funzionale e relazionale tale da rendere necessaria la piena dipendenza da altra persona, un contributo di importo pari a € 2.600,00 annue, non cumulabili con erogazione straordinaria di assistenza e solidarietà.

 Per ottenere la prestazione è necessario che il richiedente abbia i requisiti di seguito riportati:

✓ essere pensionato Enasarco di inabilità permanente;

✓ essere titolare dell’assegno mensile INPS per assistenza personale e continuativa (Legge 222/84 Art. 5, comma 1– indennità di accompagnamento);

✓ essere titolare di un reddito annuo lordo anno 2018 non superiore a euro 30.000,00.

La documentazione da inviare aè la seguente:

✓ copia del documento di identità valido del richiedente;

✓ copia della dichiarazione dei redditi presentata dal richiedente nell’anno 2019 (redditi 2018). In assenza di redditi, o in presenza di redditi per i quali non sussiste l’obbligo di presentazione della dichiarazione, dovrà essere fornita dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 D.P.R. 445/2000 attestante l’assenza di redditi o l’esonero della presentazione della Dichiarazione dei Redditi (Unico, 730). In quest’ultimo caso dovranno comunque essere indicati gli eventuali redditi dell’anno 2018;

✓ copia del modello obis M rilasciato dall’INPS;

✓ dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 D.P.R. 445/2000 attestante la titolarità dell’assegno mensile INPS per assistenza personale e continuativa (Legge 222/84 Art. 5, comma 1– indennità di accompagnamento).

  CONTRIBUTO A PENSIONATI ENASARCO IN CASE DI RIPOSO

 La Fondazione eroga ai pensionati ENASARCO, ospitati, nel periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2020, in Istituti qualificati e riconosciuti quali Case di riposo per persone anziane in Italia, un contributo pari alle spese sostenute per il soggiorno, fino ad un massimo di € 5.200,00.

 Nell’ipotesi in cui il soggiorno abbia inizio dopo il 1° gennaio l’importo verrà proporzionalmente ridotto in base al periodo di effettiva degenza.

 Gli interessati debbono possedere i seguenti requisiti:

✓ essere titolari della pensione di vecchiaia o di invalidità permanente parziale o inabilità erogata dall’Enasarco;

non svolgere attività lavorativa comunque retribuita;

✓ essere titolari di un reddito annuo lordo anno 2018 non superiore a Euro 30.000,00;

✓ aver ottenuto di dimorare permanentemente, nel periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2020 in Istituti qualificati e riconosciuti quali Case di riposo per persone anziane in Italia.

 La documentazione da inviare a corredo della domanda è la seguente:

✓dichiarazione della Casa di riposo dalla quale risulti l’effettivo godimento del periodo di ospitalità, l’ammontare della retta annua stabilita, se la stessa è a totale carico del richiedente o se è soggetta a rimborso totale o parziale a carico di altri Enti assistenziali o previdenziali, sia pubblici sia privati. In tal caso deve essere indicato l’entità della quota rimborsata;

✓ copia del documento di identità valido del richiedente;

✓ copia della dichiarazione dei redditi presentata nell’anno 2019 (redditi 2018). In assenza di redditi, o in presenza di redditi per i quali non sussista l’obbligo di presentazione della dichiarazione, dovrà essere fornita dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 D.P.R. 445/2000 attestante l’assenza di redditi o l’esonero della presentazione della Dichiarazione dei Redditi (Unico, 730). In quest’ultimo caso dovranno comunque essere indicati gli eventuali redditi dell’anno 2018.

 Eventuali importi residui, derivanti dal decesso del pensionato, intervenuto nel corso di un quadrimestre, potranno essere accreditati in favore di eredi legittimi che ne avanzino richiesta entro tre mesi dalla data del decesso del beneficiario.

 CONTRIBUTO PER INFORTUNIO, RICOVERI O SPESE MEDICHE AGENTI OVER 75 ANNI

La Fondazione eroga un contributo straordinario per infortunio, ricoveri o spese mediche documentate per gli iscritti attivi di età anagrafica superiore a 75 anni.

 Per ottenere la prestazione è necessario che il richiedente sia un agente in attività con età superiore ad anni 75 al momento dell’evento, e che, alla data della domanda, abbia una anzianità contributiva complessiva di almeno 8 trimestri coperti esclusivamente da contributi obbligatori negli ultimi tre anni non inferiori al minimale e sia titolare di un reddito annuo lordo anno 2018 non superiore a euro 30.000,00.

 La documentazione da inviare è la seguente:

✓ descrizione dell’evento/situazione per il/la quale si richiede la prestazione;

✓ documentazione delle spese sostenute (fattura o ricevuta intestata all’iscritto) purché di entità rilevante;

✓ documentazione medica;

✓ copia del documento di identità valido del richiedente.

✓ copia della dichiarazione dei redditi presentata dall’agente nell’anno 2019 (redditi 2018). In assenza di redditi, o in presenza di redditi per i quali non sussiste l’obbligo di presentazione della dichiarazione, dovrà essere fornita dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 D.P.R. 445/2000 attestante l’assenza di redditi o l’esonero della presentazione della Dichiarazione dei Redditi (Unico, 730). In quest’ultimo caso dovranno comunque essere indicati gli eventuali redditi dell’anno 2018.