Il Comitato europeo delle Regioni lancia il premio European Entrepreneurial Region e annuncia che l'edizione 2021 sarà dedicata alla promozione dell'imprenditorialità rivolta al futuro sostenibile.

L'iniziativa European Entrepreneurial Region (EER) è un progetto che seleziona e premia le regioni dell'UE che dimostrano di avere una strategia imprenditoriale eccellente e innovativa, indipendentemente dalla loro dimensione, dalla loro ricchezza e dalle loro competenze. Le Regioni che presentano il piano più credibile, lungimirante e promettente vengono insignite del marchio Regione imprenditoriale europea (EER) per un anno.

Obiettivo dell’edizione 2021 del premio è incoraggiare gli investimenti in iniziative che favoriscano la transizione verso la sostenibilità. 

European Entrepreneurial Region 2021: come funziona

Possono candidarsi al premio tutti i territori di Stati membri dell'UE, compresi i comuni e le città, nonché territori transfrontalieri dotati di personalità giuridica, come i GECT e le euroregioni.

I progetti devono dimostrare la capacità di attuare una visione imprenditoriale complessiva, senza a vincoli legati alle dimensioni, alla ricchezza o a competenze specifiche. Possono candidarsi territori che già registrano buoni risultati e quelli impegnati ad attuare i cambiamenti necessari.

Per la prima volta, l’edizione 2021 è accompagnata da un tema guida, legato a doppio filo all’agenda politica europea dei prossimi anni, fortemente centrata sull’economia verde e, più in generale, sul Green Deal, che al momento dell’insediamento la presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha definito “la nostra nuova strategia di crescita”.

Il marchio EER è assegnato ogni anno a tre territori Ue che si sono distinti per l'adozione di strategie virtuose a sostegno di PMI e startup. Per l'Italia, nel 2016 è stata la Lombardia ad aggiudicarselo, mentre due anni prima sono state le Marche a portare a casa il riconoscimento.

Per partecipare all’edizione 2021 le domande possono essere inviate fino al 31 marzo 2020.