Anticipata di due anni la direttiva dell'Unione Europea, che pone come limite il 2021. L'assessore Piemontese: "È un risultato prezioso per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino. La Puglia anche questa volta è all’avanguardia". Un’accelerazione dopo l’impegno della Cna Balneatori Puglia (200 gli operatori aderenti) che a febbraio scorso aveva annunciato l’utilizzo di buste di carta e la riduzione dell’utilizzo di plastica monouso