I giornali britannici svelano i piani per evacuare la famiglia reale se un'uscita dalla Ue senza accordi dovesse provocare gravi tensioni sociali.

LONDRA - Regina messa in salvo in caso di hard Brexit, l'ipotesi più estrema di scontro tra Londra e la Ue. Le autorità britanniche hanno rivisto i piani di emergenza della Guerra Fredda per il trasferimento della famiglia reale se dovessero scoppiare rivolte a Londra nel caso in cui la Gran Bretagna decidesse un'uscita traumatica dall'Unione Europea, il mese prossimo.

"Questi piani di evacuazione di emergenza sono in vigore dai tempi dell Guerra Fredda, ma ora sono stati riproposti in caso di disordini civili in seguito a una Brexit senza accordo", ha detto il Sunday Times citando una fonte anonima del Gabinetto del Governo. Il Mail on Sunday ha anche riferito di aver appreso dei piani per trasferire la famiglia reale, inclusa la regina Elisabetta, in luoghi sicuri lontani da Londra.

Il governo britannico sta lavorando per ottenere un sostegno parlamentare per un accordo di transizione Brexit con l'UE prima della data di partenza del 29 marzo, e il governo e le imprese stanno preparando piani di emergenza per una Brexit "senza accordo".

Alcuni gruppi di imprese hanno previsto un blocco generalizzato se ci saranno lunghi ritardi nelle importazioni dell'UE a causa di nuovi controlli doganali e persino possibili carenze di cibo e medicine. Il mese scorso un discorso annuale di Elisabetta II, 92 anni, a un gruppo femminile locale è stato ampiamente interpretato in Gran Bretagna come una richiesta ai politici di raggiungere un accordo sulla Brexit.