Alcuni parlano già di una primavera francese che potrebbe diffondersi in tutti i paesi occidentali. L'azione dei "giubbotti gialli", inizialmente timidi, ha preso una scala inaspettata a Parigi quando i manifestanti, sebbene pochi per il momento, hanno deciso di occupare la strada molto simbolica degli Champs Elysees.

Questa parte della capitale francese rappresenta tutto ciò che i francesi dal basso odiano: il potere del denaro che Francois Hollande aveva promesso di combattere se fosse stato eletto. Ma il predecessore di Emmanuel Macron ha rapidamente temperato il suo entusiasmo una volta all'Eliseo. È che il potere della finanza nei paesi industrializzati che dominano il mondo è lontano dall'essere un obiettivo facile per i leader politici le cui carriere sono fatte e vendute in balia dei più ricchi.
L'ascesa dell'estrema destra nella maggior parte dei paesi europei causerà infine un terremoto che potrebbe portarli a un ritorno agli anni '30 che precedette la Seconda Guerra Mondiale. Gli ingredienti per una rivolta generale e l'avvento dei regimi nazionalisti sono riuniti e cominciano a comparire i primi sintomi di una dicotomia tra governanti e governati.
Emmanuel Macron è stato messo al potere dai Rothschild, una fortuna con più nazionalità che plasma la politica del paese in base alla situazione economica. È lei che detta la sua roadmap al presidente che lei elegge. È stata lei che ha fatto schierare Nicolas Sarkozy - presidente di destra - sulla bellicosa politica di Washington e che ha ucciso il leader libico Muammar Gheddafi per cogliere la ricchezza sotterranea di questo grande gas del paese. È lei che dirige Francois Hollande - presidente di sinistra - a fare lo stesso in Siria, l'unico paese che, fino alla sua distruzione potrebbe ancora mettere in imbarazzo Israele e nel nord del Mali, dove devono rimanere le risorse naturali nelle mani della "famiglia dominante" sotto la Quinta Repubblica.
I Rothschild allora sponsorizzarono il giovane Emmanuel Macron per fare il lavoro sporco di impoverire interi settori della società francese e arricchire i più ricchi eliminando la tassa sulla ricchezza e aumentando le tasse a scapito di piccole sovvenzioni.
La Democrazia facciale occidentale, che consiste nel lasciare libera la plebe, nasconde una dittatura camuffata il cui potere reale è concentrato nelle mani di una manciata di banchieri speculativi e magnati della disinformazione, i due spesso legati da alleanze. filiali di interesse, come nel caso dei monarchi.