Sono stati finanziati dalla Commissione Europea sei progetti destinati allo sviluppo infrastrutturale. L’importo stanziato è di 1,5 miliardi di euro, dal 2014 al 2020. Verrà rinnovata la linea 3, lunga 17 km, della metropolitana, i binari e le venti stazioni. Il progetto verrà finanziato all’85% e riceverà 473 milioni di euro. Riceverà 125,5 milioni di euro il progetto per l’ammodernamento della linea ferroviaria Budapest Esztergom: saranno rinnovate le fermate, i sistemi di segnalazione e sarà introdotto un sistema informativo per passeggeri. 250 milioni di euro sono stati stanziati per lo sviluppo della linea ferroviaria Szajol-Debrecen; 265 milioni di euro sono stati assegnati al progetto di costruzione dell’ultimo tratto di 26 km dell’autostrada M4 che collegherà Budapest al confine rumeno. La costruzione di 37 km del tratto Berettyóújfalu Debrecen, compresi ponti, sottopassaggi, caselli, prevede un investimento di 200 milioni di euro; 193 milioni di euro sono previsti per il rinnovo della linea ferroviaria Székesfehérvár-Keszthely, lunga 123 km. Sono in corso d’opera più di sessanta progetti per lo sviluppo della zona del Lago Balaton. Dai fondi europei arriveranno circa 800 milioni destinati allo sviluppo turistico, alla tutela idrica, allo sviluppo dei trasporti ed allo sviluppo territoriale. A Pest, in un’area di circa 130 ettari è in costruzione un nuovo quartiere per studenti. Tale progetto sta all’interno di un più vasto progetto di riqualificazione urbana dell’intera parte meridionale della città. Sempre a Budapest è previsto il rinnovo della Piazza Orczy, nell’8° distretto. Nella parte meridionale di Buda sta crescendo un nuovo quartiere, Budapart, che prevede la costruzione di abitazioni, uffici, zone ricreative e centri culturali.