Il quotidiano britannico evoca la Grecia, e poi ribadisce: in fondo è tutta colpa della moneta unica