Salvini e Di Maio, ottimisti sulla nascita del governo giallo-verde e si danno tempo '2-3 giorni' per chiudere sul programma ma, precisa il leader della Lega, 'sennò si vota'. Ma mentre Salvini anticipa: 'immigrazione, sicurezza e sbarchi parte fondante del programma del governo', il deputato M5s al tavolo del programma chiarisce, si parte da 'flat tax e reddito di cittadinanza'. Salvo poi sottolineare le 'convergenze' sui diversi temi. Intanto si riparla di un premier 'terzo'Mattarella ammonisce, ci si deve sottrarre 'a una narrativa sovranista pronta a proporre soluzioni tanto seducenti quanto inattuabili'. La base M5s esprime preoccupazione per la possibile scomparsa del conflitto d'interessi dal programma. Ma arriva la rassicurazione: è tra i temi all'esame.

In mattinata incontro tra Di Maio e Salvini alla Camera che si conclude con una nota congiunta. "Sulla composizione dell'esecutivo e sul premier - dicono - sono stati fatti significativi passi in avanti nell'ottica di una costruttiva collaborazione tra le parti con l'obiettivo di definire tutto in tempi brevi per dare presto una risposta e un governo politico al Paese". 

"Sono momenti importanti non per il Movimento ma per la Repubblica italiana ", dice Luigi Di Maio in un video su Fb dove ammette: "Il tempo non è tantissimo" ma "dobbiamo fare un lavoro fatto bene" con l'unico obiettivo di "ottenere risultati significativi per i cittadini". "Non posso nascondere la gioia per il fatto che possiamo finalmente iniziare ad occuparci dei problemi dell'Italia" aggiunge.

 

Le posizioni dopo un primo confronto - "Con l'incontro di oggi sono state gettate le basi per scrivere un contratto di governo tra MoVimento 5 Stelle e Lega contenente i punti programmatici da realizzare per il Paese. Si è trattato di un incontro molto positivo, che ha messo in luce una piena sintonia prima di tutto sul metodo con cui si sta procedendo e che prevede ulteriori incontri tecnici da qui a domenica per scrivere un programma di governo definitivo". E' quanto affermano in una nota congiunta M5S e Lega.

Il primo step del programma sul contratto di governo tra M5s e Lega "sarà pronto a breve, anzi brevissimo: entro tre giorni". Così il deputato M5s Alfonso Bonafede, uno degli incaricati dal Movimento a seguire il lavoro per il coordinamento dei programmi di M5s e Lega, al termine del primo tavolo di lavoro sui temi. Flat-tax e reddito di cittadinanza sono "punti di partenza importanti", ha aggiunto.
"E'stato un incontro molto positivo e ci sono moltissime convergenze, su immigrazione oltre che flat tax e reddito di cittadinanza. E' l'inizio di un confronto che ha mostrato diversi margini di convergenza anche al di là delle aspettative e c'è totale sintonia anche sulla legge Fornero". Così la delegazione M5s al termine del tavolo.
C'è anche il conflitto di interessi tra i temi all'esame del gruppo di lavoro tra Lega e M5s per la stesura del contratto di programma. Hanno riferito i delegati per il Movimento al termine del tavolo: "Ne abbiamo parlato e non c'è nessun problema" assicura tra gli altri Alfonso Bonafede che tuttavia ricorda: "Non ci sono ancora dettagli sulle singole misure: in questi giorni lavoriamo a preparare le schede iniziali e poi entreremo nei dettagli" .

"Il tema immigrazione, sicurezza sbarchi sarà parte fondante del programma del governo". Così Matteo Salvini conversando con i cronisti vicino a Montecitorio dicendosi "orgoglioso" che ora "si parli di temi e non di nomi". "Abbiamo chiesto due tre giorni al presidente Mattarella per chiudere tutto, se si chiude. Sennò si vota", ha spiegato il leader della Lega.

Un nome di "alto profilo", un nome terzo. Un profilo che potrebbe essere indifferentemente un tecnico od un politico. E' questo, a quanto si apprende, l'identikit del candidato premier del governo tra M5s e Lega. I due partner non intendono svelare il nome prima di aver raggiunto un'intesa sui punti del programma che M5s e Lega stanno concordando. Intanto, i due leader stanno riflettendo sull'opportunità di fare parte o meno dell'esecutivo. Ad ogni modo, assicurano i 5 Stelle, per fare il nome i due futuri alleati si sono dati tempo fino a domenica, dilazione concessa con il benestare del Colle.

Mattarella, sottrarsi a narrativa sovranista  - Bisogna riscoprire l'Europa "sottraendoci all'egemonia di particolarismi senza futuro e di una narrativa sovranista pronta a proporre soluzioni tanto seducenti quanto inattuabili, certa comunque di poterne addossare l'impraticabilità all'Unione". Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando a Fiesole alla conferenza "the state of the Union".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA